Google+ Followers

lunedì 24 luglio 2017

Chester Bennington RIP


Ragazzi ancora non riesco a crederci,Chester Bennington, il mio cantante preferito, si è tolto la vita...


Davvero non me l'aspettavo e credo non se l'aspettava nessuno, la notizia mi ha riempito di tristezza. Ascoltavo i suoi Linkin Park da 15 anni solo per sentire la sua fantastica e potente voce ed era bello sentirla mescolarsi ottimamente con generi diversi. Era fantastico e misto anche il suo look,con quella faccia da bravo ragazzo e quei tatuaggi da tamarro, in particolare erano belli i tatuaggi a forma di fiamma ai polsi. 


Ricordo ancora che in quarta superiore cercai di creare un fumetto basandomi sulle sue immagini, purtroppo con scarsi risultati. Mi fa rabbia pensare che non ho mai avuto l'occasione di andare a un suo concerto, mi accontenterò dei live che ci sono sul web,bellissimo il live in Texas di molti anni fa.
Era unico in un genere misto,credo che nessuno riuscirà mai ad eguagliarlo,spero abbia trovato la pace nel suo folle gesto,ora mi consolerò ascoltando i Children of Bodom, sperando che Alexi Lahio, leader di questi ultimi,non faccia la sua stessa fine...

domenica 28 maggio 2017

ESERCITAZIONE DI ANATOMIA MANGA

Ciao a tutti carissimi!
In diversi post vi ho scritto un sacco di volte che ho trovato il giusto stile da seguire per creare un giorno il mio fumetto per poi contraddirmi qualche post dopo. Sono passato dalla Disney ai supereroi,dal Bonelliano al manga made in Italy e cosi via. Questo perchè gli stili mi riescono tutti e avevo sempre pensato che fosse un bene,una marcia in più rispetto alla concorrenza,ma purtroppo non è così. Sono sempre andato dove tira il vento,questo mi ha portato a fare un pò di tutto ma a non concludere nulla,pensavo di essere più avanti di tutti perchè nel periodo in cui facevo supereroi Italiani pubblicavo col cartaceo,mentre chi faceva manga doveva accontentarsi delle pubblicazioni online,tempo che la ruota girasse e mi sono ritrovato a casa e chi faceva  manga adesso ha pubblicazioni di interi tankobon e sono pure pubblicazioni professionali. Se sai fare uno stile fiisci per specializzarti,se li fai tutti non concludi nulla,finchè si tratta di copiare nessun problema,mi riesce pure meglio dell'originale,quando si tratta di essere in prova con un editore mi trovo in difficoltà. Il grande Giuseppe Palumbo mi aveva suggerito di portarmi avanti coi supereroi semplicemente perchè sono quelli in cui mi sono più sbattuto,questo grazie alle pubblicazioni concessami dalla Emmetre Edizioni,non perchè mi riuscivano meglio! Quindi mi ritrovo a rifare tutto da capo perchè mi sono esercitato tanto ma male. I manga sono il futuro e sono il tipo di fumetto che più mi ha preso,nella mia collezione di fumetti i manga sono quelli che più ho collezionato,ma anche dire manga è generico perchè ne esistono di diversi tipi,dal seinen allo shonen,dallo shoujo allo spoken e tanti altri. Comunque da ora in poi farò solo manga e finalmente arriverà il giorno in cui potrò dirvi che è arrivato il mio manga e che tornerò a esporre alle fiere del fumetto. Quindi eccovi un pò di esercitazioni manga e vi prometto che al più presto arriverà il mio di manga!!

Ciao a tutti e alla prossima ^_^






venerdì 17 marzo 2017

LAVORO LENTAMENTE


Ciao a tutti! Scusate l'enorme ritardo,avrei dovuto postare a Gennaio ma causa lutto in famiglia mi sono un pò demoralizzato. Non per questo mi sono fermato,lavoro solo più lentamente,come potete vedere dalla tavola qui sopra con ambientazione al grattacielo Velasca di Milano,anche se incompleta la qualità non manca di certo!

Ci risentiamo appena mi è possibile e anche se in ritardo,buon anno a tutti!!

giovedì 15 dicembre 2016

UN NUOVO PASSO AVANTI parte 2

Ciao a tutti carissimi sostenitori di questo fantasmagorico blog!
Sono riuscito a farmi sentire prima che finisse l'anno così colgo l'occasione per augurarvi buone feste :D

Cercherò di essere sintetico,cosa che non mi riesce mai ma questa volta credo mi riuscirà.
Vi ho fatto vedere disegni bellissimi e qualche tavola di fumetto in diversi stili,ma mai ho parlato di un fumetto o manga per intero tutto mio. Il problema è l'eterna odissea se scegliere una casa editrice o mettermi in proprio totalmente,entrambe le opzioni sono difficili ognuna coi propri rovesci di medaglia. In uno scorso post vi ho parlato di MangaSenpai,questa volta sto provando con KasaObake ma l'idea di mettermi in proprio mi sta molto prendendo. Quindi adesso vi mostro qualche disegnino che dovrei presentare,sempre se non ci ripenso o vengo rifiutato.



Ci sono anche un sacco di altre difficoltà e problemi che non sto ad elencarvi,fare fumetti è più questione di essere scelti dal destino,io comunque di disegnare non smetterò mai e vi terrò sempre aggiornati tra questo blog e il mio canale youtube,qualcosa alla lunga ne uscirà fuori,come le pubblicazioni che ho già ottenuto e di cui vi ho già parlato. Ho sempre pubblicato post con l'intento di debuttare come fumettista e dopo prendere un trampolino,ma mai mi sono soffermato su cosa significa esattamente debuttare. In effetti non c'è un significato vero e proprio,è soggettivo,può significare ottenere delle pubblicazioni oppure una pubblicazione su un albo intero,quest'ultima può essere interpretata anche solo come un salto di carriera rispetto alla precedente. Quindi potrei aver aperto questo blog nel 2010 con un intento che in realtà era già riuscito,era più fare una vetrina online dei disegni o tavole che mi ritrovo a dover fare piuttosto che con l'intento di diventare un fumettista perchè ho aperto questo blog che una pubblicazione l'avevo già ottenuta e l'ho aperto sotto consiglio dell'editore stesso. C'è anche da dire che 5 anni prima avevo già vinto,ancora minorenne,un concorso di pittura a livello Nazionale. Debutto,non debutto... non lo so,lascio una libera interpretazione,ci sono professionisti di cui non faccio nomi ma che sicuramente conoscete le loro opere che nella loro umiltà non hanno il coraggio di definirsi fumettisti o mangaka quindi potrei come non potrei esserlo. C'è sempre da imparare e bisogna mantenere un atteggiamento umile. Ma ora mi fermo, avrei molto altro da dirvi ma devo essere sintetico una buona volta quindi vi rifaccio gli auguri di Natale in maniera più affettuosa.


Alla fine anche quest'anno si è concluso e devo dire che tutti i propositi che mi davo all'inizio sono andati a buon fine,comunque non vi parlerò mai più di politica.

Buon Natale e Felice Anno nuovo a tutti^^


sabato 17 settembre 2016

ILLUSTRAZIONE PER IL CONCORSO LUCCA JUNIOR PER ILLUSTRATORI E FUMETTISTI

Ciao a tutti carissimi e carissime visitatori e visitatrici del mio blog! Passate bene le vacanze estive? Siete andati in vacanza? Io sono distrutto, l'ho passata tutta a correre, avevo bisogno di rimettermi in forma e ho perso 9 kili e mezzo in 2 mesi, nuovo personale record ... E a disegnare... Devo dire che l'ultima illustrazione realizzata per lo speed paint su youtube ha avuto un grande successo per essere un piccolo canale, ma subito dopo mi sono sbizzarrito con l'illustrazione per un concorso della fiera di LUCCA COMICS AND GAMES 2016! Il concorso di Lucca Junior è ormai alla sua decima edizione e per l'occasione il tema era quello del numero 10... 10 come le dita delle mani, 10 come un campione nel calcio, insomma 10 come qualunque cosa abbia a che fare con quel numero. Essendo da quasi un annetto uno youtuber e molto preso da questa attività, la prima cosa che mi è venuta in mente è stata quando l'anno scorso, che per me era tutta una cosa nuova quella dello youtuber, ho fatto varie ricerche sui migliori di youtube Italia e ho scoperto del premio Macchia Nera, un premio che veniva assegnato solo ed esclusivamente per meriti online, infatti è stato segnalato e ha pure vinto Beppe Grillo come miglior blog politico online, per quanto riguarda youtube Italia, furono segnalati 10 youtuber di cui un collettivo ma che contava come singolo. Così preso da youtube e cercando qualcosa in tema del numero 10,che per quanto semplice si correva il rischio di rappresentare qualcosa di banale e per vincere o fare qualcosa di interessante bisogna distinguersi non poco, ho così deciso di rappresentare i 10 youtuber segnalati al premio Macchia Nera 2015. Ma prima di spiegarvi e mostrarvi cosa ho fatto nel dettaglio, voglio farvi vedere la bozza iniziale del mio lavoro, guardate dopo l'idea, da dove è partito tutto.


Anche se era solo questione di prendere delle foto risalenti al 2015 e ritrarle, non è stato facile assembrarle come una tavola a fumetti, farla sembrare tale e renderla gradevole alla vista. Dopo vari tentativi, questa è la bozza dalla quale ho scelto di realizzare il definitivo. Alcuni youtuber sono talmente famosi che ne avevo già sentito parlare, altri li ho scoperti sul momento, andiamo in ordine da in alto a sinistra andando verso destra e scendendo verso il basso. Per primo con una barba immensa abbiamo CROIX 90, accanto LEOXAXO 90, sopra in alto a destra BREAKING ITALY, sotto Croix 90 abbiamo DELLIMELLOW, accanto al centro esce dalla vignetta DANIELE DOESN'T METTER, sulla destra tra due vignette per via del folti capelli a spazzola abbiamo ST3PNY,di questo me ne parlano sempre i bambini che alleno a taekwondo, uno si è anche iscritto al mio canale,tornando in basso a sinistra abbiamo DARIO MOCCIA, le sue recensioni in ambito di fumetti e nerd cultura sono a dir poco fantastiche,accanto abbiamo YOTOBI che è il preferito del sottoscritto e vincitore del premio MACCHIA NERA,devo dire che ha una parlantina molto simpatica oltre che scorrevole e gradevole,ora ha smesso di fare recensione per condurre un suo programma col suo vero nome KARIM MUSA, all'angolo in basso a sinistra abbiamo FAVIJ, lo youtuber Italiano con più iscritti in assoluto, ha superato i 3 milioni... quest'ultimo ha qualcosa di magico,il mio preferito resta Yotobi ma lui è davvero particolare e speciale e infine all'angolo in basso a destra abbiamo QUEI 2 SUL SERVER il collettivo che avevo citato prima della bozza.

Ma ora ecco la tavola/illustrazione definitiva

Formato A 3  29.7 X 42
Per via delle circostanze ho dovuto fare tutto in tempi ristrettissimi, quindi anche se i ritratti sono perfetti gli sfondi sono un pochino semplificati, resta comunque un lavoro fantastico, una delle illustrazioni di cui vado più fiero, pensate che l'ho inviata per partecipare soltanto ieri che era l'ultimo giorno per farlo, le iscrizioni chiudono oggi, immaginate la fatica e i rischi di non consegnare in tempo mentre ci lavoravo. Ma tutto è bene quel che finisce bene, vinco o perdo ne è comunque venuto su un bel lavoro di cui vado molto fiero^^. Ma vincere un concorso legato alla fiera di Lucca comics sarebbe più di una soddisfazione! Il meglio che potevo dare l'ho dato, ora non resta che incrociare le dita e salutarvi al prossimo post, questa volta non so davvero dirvi quando sarà e se sarà in tema di disegni o taekwondo, in ogni caso potete sempre visualizzare i video del mio canale youtube. 
Grazie per aver letto questo post e spero che la mia illustrazione e il tema che rappresenta sia di vostro gradimento. 

Un saluto e alla prossima ^__^




sabato 23 luglio 2016

Oggi voglio parlarvi un pò di DIABOLIK

Ultimamente ho rimesso a posto la mia camera, cosa che tutti facciamo ma nel mio caso tocca farlo più spesso dato che per metà è come se fosse uno studio di lavoro da fumettista e una location per video su youtube. Tra lo spostare la libreria, posizionare meglio la lampada e rimettere un pò in ordine ovunque, oltre a rifare le pulizie per togliere segature di gomma e macchie di inchiostro o di matite sia grige che colorate ecc. mi è caduta a terra una busta che mi ero dimenticato di possedere. Questa busta contiene vari autografi con tanto di disegnino da vari fumettisti professionisti che ho avuto l'onore di conoscere durante il mio percorso (ho persino l'autografo del politico Fausto Bertinotti... ma qui siamo decisamente fuori tema) o di aspiranti professionisti che come me condividevano lo stesso sogno di diventare un pro della nona arte. Me li sono riguardati tutti uno alla volta, ognuno ha legato a se un ricordo ed era come ritornare indietro nel tempo con le speranze o paure, idee e convinzioni ecc. di allora... Dopo giunge un autografo in particolare, quello più remoto,risale al 2002 e avevo solo 14 anni, gentilissimamente realizzato e donatomi da GIUSEPPE PALUMBO uno dei migliori fumettisti della casa editrice ASTORINA che pubblica il famosissimo personaggio Italiano che con indosso un passamontagna è sempre riuscito a fare fessi i poliziotti e ispettori di Clerville, armato di pugnale, profondamente astuto e accompagnato dalla bionda Eva Kant, bhè direi che non c'era bisogno del titolo del post, si capisce che sto parlando di Diabolik! Mi sono così ricordato di una delle primissime tappe raggiunte per arrivare a fare della gavetta per diventare fumettista una quotidianità (e più avanti verrà concretizzata in debutto), è un ricordo fantastico, lasciate che ve lo racconto. Avevo 14 anni e da 2 mesi avevo cominciato ad andare in prima superiore, avevo scelto un indirizzo grafico perchè andare in una scuola d'arte avrebbe facilitato il cammino per diventare fumettista, cosa che avevo letto in alcuni manuali e così è stato. Non è che i titoli di studio facciano la differenza in questa professione ma la scuola toglie non poco tempo alla pratica, conviene scegliere un indirizzo inerente che permette di andare avanti parallelamente. Già solo questo mi permetteva di essere più in sintonia con quello che volevo fare, ma ci fu dell'altro, decisamente una sorpresa inaspettata! Mio padre lavorava come maitre in una nota osteria Milanese situata in zona stazione centrale, veniva scelta da diversi pezzi grossi per le loro cene come alcuni politici (infatti prima ho detto di avere l'autografo di Bertinotti), cantanti, campioni sportivi e attori Americani che per occasionalmente venivano in Italia, mi parlava spesso di queste occasioni di sfruttare la posizione di "figlio del capo"per conoscere questi pezzi grossi senza problemi di nessun tipo, ma sinceramente, forse un pò per ingenuità, forse un pò perchè non ero semplicemente interessato, dicevo sempre no. Ma un giorno mi disse che l'editore della casa editrice di Diabolik aveva scelto la sua osteria per festeggiare i 40 anni di attività, hai l'occasione di conoscere dei fumettisti professionisti, non perdere quest'occasione. A bruciapelo risposi di si ma sarà stata l'età e ancora non mi rendevo conto dell'importanza di questi eventi, prima ancora di vedere se la cosa mi interessava o no e quindi, anche se alla fine mi presentai, non la prendevo come una cosa seria anche se persino nei giornali di allora si parlava di questo evento, che Diabolik festeggiava i suoi 40 anni. Come detto prima andai all'evento e mi resi finalmente conto del lavoro fantastico che faceva mio padre oltre che era ancora più fantastico quell'evento dato che mi interessava in particolare, mentre potevo sempre essere dell'idea che i calciatori della Juventus potevano comunque essere un altra occasione ma seguendo pochissimo il calcio alla fine ero tentato ad accantonare tutto. Avevo così avuto l'occasione di essere senza invito a una festa privata di professionisti del mestiere che tanto sognavo di fare anch'io, c'erano anche altri professionisti che non lavoravano in Astorina come SILVER, l'autore di LUPO ALBERTO. Ovviamente Palumbo come citato prima, che oltre all'autografo che avrò il piacere di mostravi, mi permise di guardare le sue tavole originali appena gli dissi di essere un aspirante fumettista, cosa che purtroppo irritò il suo editore e gli fece mettere via tutto,MA CHE FAI SONO SOLO RAGAZZINI!!! Non era possibile quindi parlare con nessuno ma non ero certo andato li solo per avere il piacere di assistere ai fumettisti che festeggiano, eppure erano contenti di vedere un giovanotto che gli ricordava quando loro erano ragazzi, ma non c'era storia,l'editore era gelosissimo di tutto e tutti, mi faceva sentire un umile plebeo e in effetti non ero neanche stato invitato, non aveva tutti i torti e qui faccio anche capire perchè accantonavo gli inviti di mio padre, cosa gliene importa a loro di un umile ragazzino??? Se non fosse perchè ero il figlio del capo neanche sarei li e forse ragazzini o bambini in mezzo alle scatole non ne volevano, del resto erano tutte feste private, sicuramente per non avere lo scocciatore di turno che chiede autografi o consigli per diventare fumettista come accade invece alle feste pubbliche o alle fiere del fumetto. Così non mi restò che chiedere l'aiuto del maitre, appunto mio padre, siamo riusciti a parlare con Palumbo, che era anche contento di stare con noi e gli chiesi un autografo, mi lasciò anche decidere cosa farmi disegnare, allora conoscevo pochissimo Diabolik, avevo da poco scoperto che stava con Eva perchè a questa festa privata c'erano pure gli attori di Diabolik ed Eva Kant usati nelle pubblicità sugli antifurto, e c'era pure una Jaguar parcheggiata fuori, la stessa usata nelle pubblicità,così gli chiesi di farmeli entrambi. Poi mio padre gli chiese cosa può essere utile per diventare fumettista, cosa che volevo chiedere io ma per via delle circostanze non me la sentivo. Palumbo avendo capito rispose a me e fu anche molto sbrigativo, mi disse solo di avere pazienza, molta pazienza. Si in effetti avevo domande da fare perchè mi ritrovavo davanti un professionista ma alla fine per diventare fumettista devi solo disegnare e appunto fare un sacco di pratica e non scoraggiarti se un editore dice no, a volte dicono no a prescindere, quindi appunto pazienza, non poteva darmi risposta migliore, che altro avrebbe dovuto dirmi?

Non è fantastico? Te ne sono grato Giuseppe^^
Infine la festa continuò tra abbracci e foto tra fumettisti che si facevano servire e io li a guardare dicendomi che un giorno sarei voluto essere come loro...mi dicevo anche che volevo essere al loro posto proprio in quel momento e che la mia tecnica di disegno avrebbe, almeno allora, fatto solo ridere i polli in confronto alla loro. Sono sempre stato il tipo che vuole andare di fretta nelle cose che gli interessano. Alla fine un pochino umiliato, ma anche felicissimo perchè sapevo che alla fine me la stavo prendendo per una cosa che alla fine era solo un lusso che un altro aspirante fumettista della mia età di allora poteva solo sognarsi, capì che non avevo più nulla da fare li e avendo mangiato in anticipo chiesi a mio zio, che anche lui lavorava in quell'osteria (e come passa in fretta il tempo, mi ricordo di tutto questo come se fosse ieri e sei morto quest'anno... sigh...R.I.P zietto caro) di riportarmi a casa. Durante il tragitto ero carichisimo e felice di essermi tolto di dosso quella sensazione di imbarazzo e soggezione continua, sentivo che c'era un motivo se da aspirante fumettista avevo avuto questa occasione assolutamente unica, di raro non c'era niente e nulla accade per caso, sentivo sempre di più che quella del fumettista era la mia strada ed ero anche sbalordito che questa professione potesse arrivare ad essere di così gran classe, di solito viene vista, e tutt'ora come un lavoro particolare ma non così diversa dalle altre, diciamo che sei un passo avanti a un grafico pubblicitario, che guadagna se va bene come un operaio e in effetti è sempre stato così, ma quella era la "SERIE A" del fumetto, ai piano alti era possibile fare successo quindi fama e soldi oltre che soddisfazioni sul proprio lavoro. Ero decisamente convinto che vedevo la cosa stupenda solo perchè lo desideravo io e chi come me condivideva lo stesso sogno, che fosse appunto una nicchia e invece poteva essere un lavoro invidiabile dalla massa, davvero non me l'aspettavo, pensavo fosse così solo in Giappone coi manga. Ma erano anche altri tempi, correva l'anno 2002, eravamo nell'euro solo da un annetto e il made in Italy era ancora ben visto, adesso invece non è certo così, infatti nei 10 anni successivi i 50 anni di Diabolik sono stati festeggiati pubblicamente a Lucca Comics and Games, sicuramente un tentativo per rilanciarsi, o forse per mantenere le vendite non più alte come prima. Comunque ai tempi tirava quel tipo di aria ed essendo orgoglioso di essere Italiano e avendo sempre avuto difficoltà in che stile specializzarmi in questa professione (e chi da sempre mi segue sa che alla fine li ho provati tutti,persino Disney e supereroi e altri) avendo avuto un assaggio di quello che il fumetto non solo made in Italy ma anche nello stile nostrano poteva dare, almeno in quel momento mi misi in testa di provare su questa strada, ambendo ad essere un invitato speciale e non più un intruso a una festa di ogni volta che Diabolik aggiunge 10 anni alla sua età. Così mi appassionai un pò al fumetto Italiano scoprendo anche il panorama Bonelliano che è ritenuto migliore coi suoi Dilan Dog, Tex ecc. Magari in un prossimo post potrei tirare una mini classifica dei miei fumetti Italiani in stile nostrano preferito ma posso dirvi da subito che il mio preferito è Diabolik, per via del suo estremo realismo, infatti uno degli autori spiegava che delle tavole gli furono cestinate perchè anche se ben disegnate non potevano funzionare, una caratteristica fantastica di Diabolik è che i colpi che nei fumetti vanno a segno, potrebbero andare nella vita reale, scherzando viene da chiedersi se per fare una rapina in banca bisogna prima leggere Diabolik... Così mi esercitai un pò con quello stile, addirittura pensavo che era possibile battere i Giapponesi ma ora mi accorgo che non è certo fattibile, diciamo che se vogliamo dare del filo da torcere alla concorrenza estera col made in Italy si può fare, ma con le loro stesse armi, ci vuole quindi il manga made in Italy e di questo stile le piccole case editrice stanno cominciando a spuntare come i funghi. Ai tempi non solo non c'erano ma era anche impensabile potesse accadere, così nella speranza di poter rivedere Palumbo contattai l'Astorina per prendere un appuntamento per fargli vedere i miei lavori ma Palumbo era irraggiungibile da uno come me allora, infatti quella del quarantesimo era un occasione unica, riuscì quindi a farmi ricevere da BENIAMINO DELVECCHIO che diventerà il mio maestro, ma qui mi fermo, è un altra storia, o meglio il raggiungimento di una tappa successiva.

Concludendo e tornando nel presente, anche se bisogna ammettere che i manga sono il futuro e finalmente delle case editrici, anche se piccole le abbiamo anche noi, e devo anche essere sincero con me stesso, io la nona arte la adoro a 360 gradi in tutte le sue forme, ma l'ideale è fare manga,se osservo la mia collezione ci sono fumetti di tutti i tipi ma la percentuale più grossa è fatta da manga, solo che dovevo pur pubblicare da qualche parte e andavo dove tirava il vento riuscendo a strappare delle pubblicazioni solo coi supereroi. Bisogna comunque ammettere che il fumetto nostrano avrà sempre il suo fascino e non credo diventerà solo un pezzo da museo, alla fine sopravvivrà, io per primo volevo lavorarci. Visto che per l'occasione del Quarantesimo e negli albi speciali collaborano autori di altre case editrici e con stili un pò diversi, come CAVAZZANO della Disney,chissà che adeguandosi col tempo avrò la possibilità di essere un ospite speciale in un albo Astorina, magari per l'occasione del...Centenario di Diabolik??? Io dico che alla fine ci arriva e se ci riesco sarei un ultrasettantenne felice^^. Rivivere quel momento ma da protagonista e raccontare tutta questa storia in un intervista, che sogno! ^_^

Ma adesso vi lascio in definitiva con un "remake" di uno dei disegni che ai tempi avevo realizzato su Diabolik per esercitarmi.

Spero che la mia storia vi sia piaciuta ma il bello è che come ho fatto capire sopra, non è ancora giunta a conclusione, chissà se andrà come mi sono immaginato, la mia capacità di credere nelle cose ha sempre trasformato sogni in realtà^^

Grazie a tutti e ci risentiamo a Settembre, vi auguro buone vacanze ma per chi vuole ad Agosto sul mio canale youtube troverete un nuovo video di speed painting.


Un saluto a tutti dal vostro affezionato fumettista di quartiere ^_^
                                                                                                       

domenica 22 maggio 2016

FALSO AMICO tav.3


Ciao a tutti carissimi sostenitori del mio fantasmagorico blog^^!
Come ogni anno circa rinnovo l'appuntamento con una nuova tavola di "Falso amico",un piccolo manga comico demenziale che ho creato nel 2012. Ora che siamo a tavola 3 dovrebbe cominciare a capirsi l'andazzo della mini storia. 
Sono davvero stanco ma contento per come stanno andando le cose ultimamente,per la crescita del mio canale i cui iscritti aumentano di settimana in settimana,attualmente sto lavorando su un video molto complicato,per come va nel taekwondo e su quest'ultimo devo dire che è stato molto raro che ci fosse qualcosa che non va e anche per la creazione del manga,tramite il colloquio con Mangasenpai e successivamente con la chiacchierata con l'editore di Kasaobake,devo dire di averlo fatto un notevole passo avanti,ho sempre le idee più chiare su come si lavora in questo settore e su come devo creare il mio prodotto,infatti non devo farlo tanto per farlo anch'io,dev'essere ben fatto e diventare un trampolino per risultati futuri. So perfettamente che voi che mi seguite,sopratutto chi mi segue da sempre,altro non si aspetta dal sottoscritto di vedere il mio manga o fumetto pronto oltre ai soliti disegni che tanto piacciono ma che lasciano tutto in sospeso,ebbene con calma quel giorno si sta sempre più avvicinando,negli ultimi mesi ho raggiunto una tappa fondamentale. 

Intanto potete godervi la tavola di "Falso amico" e vi saluto nuovamente che sono pieno di lavoro da svolgere,grazie a tutti i sostenitori vecchi e nuovi che mi sostengono o seguono nei miei percorsi e iniziative,dallo sport all'arte,davvero,non finirò mai di ringraziarvi e ci rivediamo al prossimo post. Cercherò di non far passare troppo tempo,ma c'è tanta bella roba che bolle in pentola,ne vale la pena,pazientate carissimi!!

Grazie ancora,buona lettura da assemblare alle tavole precedenti e arrivederci alla prossima ^_^